Catering e tecniche di impiattamento: le tecniche del “dressage”

Home / Catering / Catering e tecniche di impiattamento: le tecniche del “dressage”

Uno chef è un po’ come un direttore d’orchestra e la sua orchestra deve essere composta da musicisti che ad un suo cenno diffondono melodia. Preparare un piatto è come scrivere uno spartito, ma la preparazione non è l’unico aspetto da curare. Presentare le pietanze nel modo giusto fa sì che sia amore a prima vista. Un piatto si mangia prima con gli occhi e poi con la bocca. Impiattare una pietanza non è cosa da poco, bisogna studiare dai grandi maestri. Le tecniche di impiattamento prevedono alcune regole basi di preparazione e di presentazione. Tra le prime che si insegnano in un corso di cucina vi sono le tecniche del “dressage“.

L’importanza delle tecniche del “dressage

Quattro sono le tecniche base del dressage che si imparano nelle prime lezioni di un corso di cucina. Un buon catering non può prescindere da queste tecniche e deve  eccellere non solo nella qualità delle pietanze ma anche nell’impiattamento e presentazione dei piatti per attirare l’attenzione dei commensali. Parliamo di dressage centrale, dressage asimmetrico, dressage simmetrico, dressage ritmico.

  • Dressage centrale Impiattamento semplice e centrale ideale nei piatti fondi dove le pietanze vengono disposte centralmente creando un effetto a “vulcano” molto efficace.
  • Dressage asimmetrico Molto utilizzato nella cucina gourmet per creare un effetto stupefacente. Si utilizzano piatti molto grandi e bassi. L’astuzia sta nel combinare colori, consistenze e volumi diversi per creare un disordine “perfetto” nel piatto che attiri i commensali.
  • Dressage simmetrico Impiattamento semplice ed efficace pensato per i piatti piccoli in cui gli ingredienti in pari misura creano un senso di equilibrio.
  • Dressage ritmico Usato per lo più in pasticceria serve per abbellire il prodotto finito rendendo più invitante la presentazione degli ingredienti nel piatto.

Tecnica e creatività: un binomio imprescindibile per dar vita ad un piatto perfetto

La tecnica è sicuramente essenziale ma non basta, la creatività è un elemento fondamentale che va nutrito. Tecnica e creatività sono un binomio imprescindibile. All’inizio non saremo pienamente soddisfatti del risultato, occorreranno numerosi tentativi prima di ottenere un impiattamento perfetto. Per raggiungere il nostro obiettivo dovremo avere una buona creatività che sta anche nella scelta delle stoviglie e del colore del piatto. Elementi che sono funzionali alla riuscita di un impiattamento che attiri l’attenzione dei commensali.

Un catering professionale deve essere preparato e attento nel costruire e presentare le pietanze. Bonton da anni nel settore del banqueting conosce bene tutti i segreti del mestiere per far sì che le pietanze vengano valorizzate con impiattamenti basati sulla tecnica e sulla creatività degli chef. Sinonimo di qualità ed eccellenza in Puglia siamo pronti ad organizzare il tuo evento esclusivo. Contattaci per info e appuntamento. 

Ti aspettiamo!